Morte di un Robespierre

Politica e malaffare in un'indagine del commissario Acquaviva
Prezzo: €18.00
Anno: 
2018

Salerno ai primi del Novecento è ancora una piccola città di mare che conta poco più di quarantamila abitanti. La corruzione della classe politica è però già endemica, come del resto in ogni altra parte del Regno. L’onestà e il rigore morale dell’onorevole Matteo
Galdi sono pertanto mal visti e mal tollerati dai suoi colleghi, appartenenti a quella che noi oggi usiamo indicare come la Casta. La sua morte violenta e soprattutto il luogo in cui il cadavere viene ritrovato, sembrano spingere il commissario Gennaro Acquaviva
sulla pista politica. La verità che alla fine emergerà è piuttosto sorprendente e inattesa…
Nuovo personaggio sortito dalla penna di G. Esposito, l’Acquaviva condivide col collega Ruffo sia il periodo (Belle Epoque) sia il brillante modo di affrontare le indagini. Ha tuttavia caratteri distintivi - come il malvezzo delle citazioni latine a oltranza - che rendono
vivi alcuni tratti, anche ingenui e grotteschi, della sua originale personalità. Personaggio di grande incisività che apre un nuovo, fecondo filone narrativo.

Collana: 
Pagine: 
298
ISBN: 
9788899937010