Non c’è requie ai Cristallini

Non c’è requie ai Cristallini

16,00 

Il Commissario Ruffo e il lato oscuro della Napoli Belle Époque.

COD: 9788895063904 Categoria: Product ID: 2491

Descrizione

L’immagine romantica della Napoli di Di Giacomo e di Ferdinando Russo, delle canzoni appassionate e dei Café Chantant, la Napoli da cartolina della Belle Époque, non fu di sicuro fatta di sola poesia. Gli scandali e il terremoto politico sollevati dall’inchiesta Saredo nel 1900, il primo processo alla Camorra, ricordato col nome delle due vittime (neanche troppo eccellenti), i coniugi Cuocolo, ci ricordano che la città era anche immersa in quei problemi che già in tempi precedenti avevano ispirato il Mastriani, e che la cronaca di ogni giorno anche oggi non manca di ricordarci. In questo ambiente tra il fiabesco e il reale, muove i suoi passi e conduce le sue indagini un nuovo personaggio scaturito dalla penna di Giuseppe Esposito: il Commissario Nicola Ruffo. Un nostalgico quanto vivo e palpitante affresco della Napoli di quell’inizio secolo, che non mancherà di rapire chi vorrà godere di questo sorprendente volume.

Style switcher RESET
Body styles
Color settings
Link color
Menu color
User color
Background pattern
Background image